L'imperativo di ognuno di noi e' riprendersi la propria dignità, facendo prevalere le ragioni del diritto e del dovere sulla pretesa di sudditanza che la società vorrebbe imporgli

Stati generali degli immigrati , Milano - Aprile 2006